La complessità di un’epidemia – Instant book

La complessità di un’epidemia – Instant book

L’epidemia da Coronavirus sta mostrando la sua evidente complessità: per meglio comprendere il suo sviluppo e le sue molteplici implicazioni, il Complexity Institute ha chiesto ad una serie di esperti di complessità un contributo, in modo da poter realizzare, in tempi rapidi, un instant book con riflessioni e suggerimenti.

Di seguito un estratto dell’introduzione e, in fondo all’articolo, il link per scaricare l’ebook. Buona lettura!

L’epidemia da Coronavirus è certamente una sfida che richiede di essere affrontata con efficacia per il bene delle numerose popolazioni coinvolte ed in particolare a tutela delle persone più deboli.

E’ sufficiente il richiamo ad alcune caratteristiche del contagio in corso per comprenderne il carattere decisamente complesso: l’imprevedibilità del suo sviluppo, la sua crescita esponenziale, la diffusione attraverso reti di reti tra loro interagenti, la diversità di impatto a seconda delle situazioni ed a seconda delle persone, la differenziazione delle capacità di assorbimento delle comunità a seconda dell’adeguatezza delle condizioni di contesto, gli effetti a più livelli di analisi – da quello strettamente sanitario a quello cognitivo ed emotivo, da quello produttivo e finanziario a quello delle relazioni sociali.

L’impatto è locale e globale, immediato e prospettico, personale e diadico, di gruppo e di comunità. La qualità delle relazioni ne viene minata, e il timore per la propria vita rinforza la separazione e l’isolamento, ed in molti casi ben oltre quanto sarebbe necessario.

Una sfida complessa richiede coerentemente l’adozione di strategie ed azioni complesse. Ecco perché in questo frangente abbiamo ritenuto utile, al di là delle tante voci offerte sulle più adeguate modalità per fronteggiare l’epidemia in corso, fornire uno specifico contributo composto di riflessioni e di suggerimenti che inquadrino ed interpretino una situazione così critica all’interno di un approccio di tipo complesso. L’intento è quello di proporre un nostro punto di vista su cosa si possa fare per comprendere, prevenire e governare un’epidemia affinché possa essere affrontata con efficacia e, soprattutto, per fare in modo che non si trasformi in una situazione caotica che non sarebbe più possibile gestire.

Abbiamo perciò chiesto ad alcune persone della nostra comunità di fornirci un breve contributo su quali possano essere i comportamenti, le azioni, le pratiche da attivare che rispecchino l’adozione e l’applicazione dei principi di complessità di cui essi sono esperti; abbiamo anche chiesto che il tutto fosse predisposto in un brevissimo lasso di tempo, in modo da poter preparare una sorta di instant book per dare voce alla scienza della complessità ed alle sue possibilità di apporto come modello di intervento efficace nel prendere in carico sfide così impegnative che coinvolgono non solo il nostro Paese, ma tutta la comunità umana.

Non ci è sembrato opportuno attendere che l’epidemia da Coronavirus, che sta cambiando così radicalmente le nostre abitudini di vita, debba avere termine per poter intervenire nel dibattito in corso. Ci è sembrato, invece, importante offrire una prospettiva complessa proprio nella fase ‘calda’ degli eventi, mentre questi accadono ed evolvono a una velocità sorprendente. Spesso, in tempi di crisi, gli operatori e i decisori sono così coinvolti nel far fronte alla quotidianità che non hanno il modo di assumere posizioni e percezioni ‘altre’, che aiutino a coniugare in modo interdisciplinare i vari livelli di impatto delle azioni che compiono e delle decisioni che assumono. Ci auguriamo che un apporto come quello che stiamo cercando di offrire possa rappresentare un piccolo contenitore di nuove possibilità di comprensione alle quali riconnettere l’attuale sviluppo della crisi epidemica.

La speranza è di riuscire a dare avvio, grazie a questo primo esperimento, a un progetto condiviso dalla comunità del Complexity Institute per la pubblicazione di contributi multidisciplinari sui problemi e le sfide contingenti che il nostro mondo sta affrontando, e che porteranno a mutamenti che richiederanno sempre più una comprensione e una ‘prontezza-all’azione’ non più lineare e individualista, ma complessa e relazionale.

Scarica l’instant book “La complessità di un’epidemia” curato dal Complexity Institute